Dalle belle città
le avventure di una famiglia ribelle, di un bambino partigiano e di ragazze coraggiose

di Gian Piero Alloisio e Carlo Repetti
con Gian Piero Alloisio

canzoni di Gian Piero Alloisio, Umberto Bindi Jacques Brel, Giorgio Gaber, Francesco Guccini, dei partigiani della III Brigata Liguria e della IV Banda di Giustizia e Libertà
testimonianze in video dei partigiani Pasquale “Ivan” Cinefra, Ivana Comaschi, Mario “Aria” Ghiglione, Fidia “Donata” Lucarini, Giuseppe Merlo

 

Le avventure di una famiglia ribelle, di un ragazzo partigiano e di ragazze coraggiose raccontate da Gian Piero Alloisio nel suo nuovo spettacolo di teatro-canzone.

 

Negli ultimi tre anni il cantautore e drammaturgo Gian Piero Alloisio ha raccolto storie partigiane e le ha raccontate nelle scuole, nei paesini, nelle periferie e nei teatri cittadini coinvolgendo più di ventimila spettatori. Ora questa esperienza culturale e artistica nata “dal basso” diventa, grazie all’ausilio di Carlo Repetti, uno spettacolo di Teatro Canzone in due tempi.

Alloisio, solo in scena, canta e racconta della sua “strana famiglia” partigiana, per metà cattolica e liberale e per metà atea e comunista, e delle avventure del bambino partigiano Mario “Aria” Ghiglione”. Canzoni della Resistenza e canzoni d’autore, canzoni comiche e brani rock, basi musicali e testimonianze in video, sono collegate da un racconto sempre in contatto diretto con gli spettatori, in cui l’interprete “dà del tu” al pubblico.
Si sviluppa così uno spettacolo teatrale e musicale molto vivo che sollecita continuamente l’attenzione e contribuisce ad attualizzare i fatti antichi che coinvolsero i nostri nonni, i nostri genitori, riportandoli all’attualità. Furono davvero sciolti i nodi del ‘900? Siamo davvero liberi dall’autoritarismo, dalla discriminazione su base etnica o religiosa? Abbiamo davvero ripudiato la guerra? I fantasmi del passato che, sollecitati da un mix di ignoranza e furbizia, si ripresentano oggi nelle dichiarazioni a uso dei media, sono destinati a rimanere “società dello spettacolo” o lo spettacolo potrebbe improvvisamente mutare in qualcos’altro di ben più pericoloso? Infine, che uso sappiamo fare della nostra libertà, conquistata a caro prezzo da quei giovanissimi italiani che diedero dignità al Paese?

 

Spettacolo fuori abbonamento | Biglietti Intero 15 euro Ridotto 12 euro Giovani 10 euro