di Pietro Grasso
versione scenica Nicola Fano
adattamento drammaturgico Margherita Rubino
con Sebastiano Lo Monaco
regia Alessio Pizzech

scena Giacomo Tringali
costumi Cristina Darold
musiche Dario Arcidiacono
canti tradizionali Clara Salvo
luci Luigi Ascione

produzione Sicilia Teatro

 

dai 13 anni

scuola secondaria di 1° e 2° grado

 

Una vita dedicata a lottare contro la criminalità organizzata, contro la paura, i poteri occulti, l’omertà, nella convinzione che per combattere la mafia è necessario non solo conoscerla, ma anche avere una percezione esatta della sua pericolosità.
Sebastiano Lo Monaco porta in scena un vibrante monologo tratto dal libro omonimo del procuratore antimafia Pietro Grasso, che ripercorre le stagioni della guerra alla cupola siciliana in modo schietto e diretto, affrontando anche temi delicati quali i legami tra mafia e politica, gli scontri all’interno della magistratura, le carenze legislative e la mancanza di mezzi messi a disposizione dallo Stato. In un appassionato crescendo, il discorso si allarga sino a raccontare gli intrecci attuali della mafia siciliana con la ‘ndrangheta e la camorra e a tracciare una mappa delle nuove mafie (cinesi, russe, albanesi, nigeriane, colombiane), indicando anche le strade e gli strumenti che ci potranno permettere di non morire di mafia.

#mafia  #politica  #legalità  #impegnocivile

 

biglietti 10 euro
info e prenotazioni 010 5342 302   a.balestra@teatrostabilegenova.it

 

lo spettacolo è proposto anche in serale dal 11 al 13 dicembre ore 20.30 al Teatro Duse